La nostra rivoluzione

In questo momento così importante di cambiamenti, piccole e grandi rivoluzioni si avvicendando in molti ambiti del sociale. Ottavia Landi di Chiavenna, Direttore Relazioni Esterne ed Affari Istituzionali di Neopharmed Gentili S.p.A. gruppo fondatore, insieme a Page Group, del progetto Superjob racconta gli obiettivi e i valori di questo progetto.

“Stiamo lavorando a una piccola grande rivoluzione, una rivoluzione che pone al centro il valore della persona, nell’espressione del suo potenziale umano e professionale.

Al centro del nostro progetto, le persone con disabilità, le cui opportunità sul mercato del lavoro devono finalmente diventare le stesse di chiunque altro. Ci sono, nelle città, barriere architettoniche, ma quelle barriere, in senso figurato, sono ovunque, veri e propri steccati che ostacolano, se non addirittura impediscono, l’accesso al lavoro di centinaia di migliaia di giovani donne e giovani uomini del nostro Paese, che potrebbero rappresentare una risorsa e che invece, nella velocità della nostra società, lasciamo costantemente indietro.

DARE VALORE SIGNIFICA DARE LAVORO

“Una città come Milano, e meglio ancora un Paese come l’Italia non solo non si può permettere questo spreco, oltre che questa offesa, ma deve porsi come obiettivo inclusivo proprio quello di dare valore alla disabilità, e valore significa lavoro, significa offrire a quelle persone la possibilità di identificarsi non solo con quello che sono ma anche con quello che fanno o potrebbero fare.

Il nuovo portale Super-jobs.it si pone dunque l’ambizioso ma realistico obiettivo di promuovere un nuovo approccio all’inclusione, avvicinando in modo semplice ed efficiente il mondo delle imprese – siano esse grandi aziende, PMI o attività commerciali – alle realtà del terzo settore, alle istituzioni, alle persone diversamente abili e alle loro famiglie. Una piattaforma intuitiva, sviluppata attraverso aggiornate funzioni di user experience e facilities di navigazione, per utenti daltonici e ipovedenti. Un sistema che permette attraverso un’area dedicata, di connettere istantaneamente domanda e offerta di lavoro, candidato e azienda ideale.

Siamo ai primi passi di questa avventura, resa possibile da due partner che hanno creduto e credono in questa improrogabile rivoluzione: Neopharmed Gentili, un gruppo farmaceutico di respiro internazionale, che sviluppa prodotti e soluzione innovative per migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, e Page Personell, società di recruiting che opera a livello globale, con sedi non solo sul territorio nazionale, ma in tutto il mondo, che vanta un network di aziende e professionisti.

PROSPETTIVE E STATISTICHE IN ITALIA

“La legge italiana prevede degli obblighi in capo alle aziende per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità. Ma assumere una persona disabile è molto più di obbligo di legge o di una buona azione: è una strategia che crea valore sociale ed economico, è un’opportunità di crescita per tutti: Noi vogliamo raccontare un’altra storia: quella in cui la diversità crea valore reale, non solo in termini di inclusione e umanità, ma anche di produttività e profitto.

L’ISTAT stima che in Italia ci siano oltre 13 milioni di persone con un qualche tipo di disabilità. Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane diffusi nel 2017, in Italia poco più del 18 per cento dei disabili definitivi “gravi” ha un lavoro. Considerando che per le persone con disabilità la mobilità può rappresentare una criticità e che l’impatto nella vita sociale è significativo, si comprende che il lavoro è un elemento fondamentale di emancipazione e partecipazione. Eppure questo mercato è congelato: i principali motivi per cui le aziende non riescono ancora pienamente a sfruttare il talento delle persone con disabilità sono tre: la mancata comprensione della portata del talento disponibile, la mancata comprensione dei benefici potenziali ma soprattutto le idee e le valutazioni sul costo dell’inclusione della disabilità.

UN PONTE FRA AZIENDE E PERSONE CON DISABILITÀ

“Super-jobs.it deve diventare un ponte fra aziende e persone con disabilità, un ponte facile da attraversare, un ponte senza barriere, architettoniche o meno, un ponte rapido, breve, efficiente che finalmente metta la parola fine a quella che a tutti gli effetti possiamo e dobbiamo considerare una discriminazione, proprio in un’epoca che sta affrontando in modo serrato il tema delle diversità e di conseguenza delle discriminazioni.

E allora, se dobbiamo sognare questa città di Milano che da sempre vanta una tradizione straordinaria di accoglienza, questa città che ha inglobato, valorizzandoli, tutti gli immigrati che oggi sono milanesi a tutti gli effetti, questa città che vuole essere, e può essere, moderna e internazionale, sogniamo dunque una Milano che anche grazie allo sforzo di Super-jobs.it e delle aziende che sposeranno questo ambizioso progetto, possa domani vantarsi di aver abbattuto qualunque barriera e di aver creato una vera opportunità di lavoro per tutti coloro che fino a ieri ne erano esclusi.

I grandi cambiamenti cominciano sempre da piccole cose: Super- jobs.it è semplicemente un passo, il primo passo. Siamo convinti che altri ne seguiranno e lavoriamo perché Super-jobs.it diventi una sorta di rompighiaccio che naviga in avanscoperta distruggendo gli iceberg di indifferenze e di cecità del nostro mondo.

Buon lavoro a tutti!”

(di Ottavia Landi di Chiavenna)