Per l’inclusione di tutte le persone diverse 

La giornata dei calzini spaiati è dedicata a tutte le persone speciali e per questo diverse, “spaiate” quindi, come i calzini che misteriosamente si perdono in lavatrice e ne escono tutti diversi, unici. 

Edizioni straordinarie di umanità che, come tutte le cose speciali di questo mondo, dobbiamo imparare a comprendere per poter davvero apprezzare.

Ed è questo il nostro impegno. Tributo piccolo alla vita, per la vita di cui siamo partecipi e che ci appartiene, ma anche di cui, per questo, siamo responsabili, verso noi stessi e verso tutte le meravigliose esistenze che ci si dispiegano accanto.

Giunta alla sua nona edizione, l’iniziativa è nata 10 anni fa da un’idea della maestra Sabrina Flapp, in una scuola elementare della provincia di Udine. 

La giornata dei calzini spaiati viene celebrata ogni anno il primo venerdì di febbraio ed ha l’obiettivo di sensibilizzare sull’autismo e altre diversità, promuovendo un messaggio di solidarietà e inclusione.

Sulla pagina Facebook dedicata, il motto «si spai chi può!» è un invito a tutti di «colorare un po’ i piedi, la giornata, il mondo, il cuore per condividere valori come l’Amicizia e il Rispetto per gli altri»

Noi diffondiamo l’esortazione di questo giorno per farne un giorno “spaiato”: «al lavoro, a scuola, a casa mettete calzini diversi e FOTOGRAFATEVI!!!»

Gli organizzatori hanno anche pubblicato alcuni consigli per sfruttare al meglio la giornata. Come il Calzino Puzzle, da realizzare con i compagni di classe. O L’albero dei calzini gentili, che si può creare tirando un filo tra due pali e appendendo calzini colorati dentro ai quali inserire pensieri e storie su amicizia e diversità. 

Infine non mancano le canzoni da cantare a squarciagola ballando con i piedi spaiati e in vista:

Dove va chi ha smarrito la via

Nel paradiso dei calzini

Si ritrovano tutti vicini

Nel paradiso dei calzini

da Il Paradiso dei Calzini di Vinicio Capossela.

Buona giornata dei calzini spaiati a tutti!

(di Francesca Diodati)